Introduzione del mulino a impatto fine

Un mulino a impatto fine è una macchina progettata per ridurre le dimensioni delle particelle utilizzando l'impatto di martelli o perni rotanti ad alta velocità. Il mulino è composto da una camera di macinazione, un rotore e un classificatore. Il materiale da lavorare entra nella camera di macinazione e viene sottoposto alla forza d'urto tra i martelli e le particelle. Di conseguenza, il materiale viene polverizzato in particelle fini di dimensioni e forma coerenti.

La serie di mulini per polveri superfini di SeFluid è composta da un host di frantumazione, da un separatore a ciclone, da un contenitore di polvere a impulsi e da un ventilatore centrifugo. È adatto alla lavorazione di una varietà di materiali e la dimensione delle particelle è regolabile senza che la macchina si fermi. La dimensione delle particelle in uscita è uniforme con una finezza fino a 10-5 um. 

mulino a impatto fine 2 | SeFluid

specifica

Energia

13,5-73,1 kw

Capacità

30-1000 kg/h

Finezza

80-400 maglie

Materiale

SS304, SS316

Principio del mulino a impatto fine

principio del mulino a impatto fine | SeFluid

Il principio di funzionamento di un mulino a impatto fine si basa sulla collisione tra il materiale in ingresso e le giranti o i martelli rotanti. Quando funziona, il materiale in entrata viene introdotto nella camera di macinazione del mulino a impatto attraverso uno scivolo o una tramoggia. Quando il materiale entra nella camera di macinazione, viene colpito dalle giranti o dai martelli in rapida rotazione. La forza d'urto generata dalle giranti o dai martelli provoca la frantumazione del materiale in pezzi e particelle più piccoli.

La dimensione delle particelle prodotte dal mulino a impatto fine può essere controllata regolando la velocità delle giranti o dei martelli, la dimensione e la forma della camera di macinazione e la dimensione e la forma del materiale di alimentazione. Esiste una serie di fasi che portano alla riduzione delle dimensioni delle particelle. Ecco una sintesi del principio di funzionamento:

Introduzione al materiale

Il materiale da lavorare viene introdotto nella camera di macinazione della macchina. Ciò può avvenire attraverso una tramoggia o un meccanismo di alimentazione, a seconda del design specifico del mulino.

Zona d'impatto

Una volta all'interno della camera di macinazione, il materiale entra in contatto con i martelli o i perni rotanti ad alta velocità. Questi martelli o perni sono tipicamente collegati a un rotore rotante, che genera la forza d'urto necessaria.

Impatto e frammentazione

Quando il rotore ruota rapidamente, i martelli o i perni colpiscono il materiale con una forza significativa. L'impatto provoca la frantumazione del materiale in particelle più piccole. L'energia dell'impatto viene trasferita alle particelle, provocando la frammentazione e la polverizzazione.

Classificazione

Dopo l'impatto iniziale, le particelle risultanti continuano a muoversi all'interno della camera di macinazione. In molti mulini a impatto, è presente un meccanismo di classificazione integrato che separa le particelle più fini da quelle più grandi. Questo classificatore può essere un vaglio statico o un classificatore dinamico ad aria, a seconda del progetto del mulino.

Raccolta di particelle fini

Le particelle più fini, che hanno raggiunto la dimensione desiderata, passano attraverso il classificatore e vengono raccolte in una camera o contenitore di raccolta separato. Queste particelle sono tipicamente il prodotto di interesse e vengono spesso utilizzate per ulteriori lavorazioni o confezioni.

Ricircolo delle particelle sovradimensionate

Le particelle più grandi che non passano attraverso il classificatore vengono reindirizzate nella camera di macinazione per un ulteriore impatto e riduzione delle dimensioni. Questo processo di ricircolo continua fino al raggiungimento della distribuzione granulometrica desiderata.

Il design e la configurazione specifici dei mulini a impatto fine possono variare. Alcuni mulini possono avere più fasi di impatto, in cui il materiale viene sottoposto a diversi cicli di impatto e classificazione per un'ulteriore raffinazione. Inoltre, anche il materiale da lavorare può influire sulla progettazione del mulino, poiché materiali diversi possono richiedere configurazioni specifiche del rotore, dei martelli o dei perni per ottenere prestazioni di macinazione ottimali.

Vantaggi del mulino a impatto fine

I mulini a impatto fine hanno un'ampia gamma di applicazioni in vari settori, tra cui:

Macinazione efficiente

La macchina è progettata per macinare i materiali in modo rapido ed efficiente, con una generazione di calore minima. In questo modo si garantisce che il materiale venga macinato nella dimensione desiderata senza alcuna degradazione o danneggiamento.

Bassa manutenzione

I mulini a impatto fine hanno meno parti in movimento rispetto ad altri tipi di impianti di macinazione, il che riduce la necessità di manutenzione e riparazione. Ciò si traduce in minori tempi di inattività e maggiore produttività.

Versatilità

La macchina può essere utilizzata per macinare un'ampia gamma di materiali, compresi quelli da morbidi a mediamente duri, materiali fibrosi e materiali sensibili al calore. Ciò le rende ideali per l'impiego in settori quali l'industria alimentare, farmaceutica e chimica.

Dimensione costante delle particelle

La macchina produce particelle con una distribuzione dimensionale coerente, fondamentale per ottenere la qualità e le prestazioni del prodotto desiderate.

Applicazioni del mulino a impatto fine

I mulini a impatto fine hanno un'ampia gamma di applicazioni in vari settori, tra cui:

Lavorazione degli alimenti

Si usa per macinare spezie, erbe e altri ingredienti alimentari in polveri sottili. Si usano anche per macinare cereali e altri materiali per la produzione di farina e altri prodotti alimentari.

Prodotti farmaceutici

I mulini a impatto fine sono utilizzati per macinare ingredienti farmaceutici attivi (API) ed eccipienti in polveri fini da utilizzare in compresse, capsule e altre forme di dosaggio.

Sostanze chimiche

Le macchine sono utilizzate per macinare le sostanze chimiche in polveri sottili da utilizzare in vari processi chimici, come la catalisi e la polimerizzazione.

Minerali

La macchina viene utilizzata per macinare minerali e altri materiali in polveri fini da utilizzare in vari processi industriali, come la lavorazione dei minerali e la produzione di cemento.

Richiesta di offerta

Parla con noi adesso!

Ti consigliamo vivamente di fare clic o scansionare il codice QR sottostante per parlare direttamente con i nostri tecnici commerciali in modo che possiamo aiutarti a trovare i prodotti più adatti alle tue esigenze applicative.

correlati

Immagine del mulino a cestelli | SeFluid
Mulino a cestello
mulino a perle | SeFluid
Mulino di perle
mulino colloidale | SeFluid
Mulino a colloide
Mulino a tre rulli | hero image | SeFluid
Mulino a tre cilindri
mulino a perle da laboratorio - SeFluid
Mulino a perline da laboratorio
mulino a cestelli da laboratorio 2 | mulino a cestelli da laboratorio 2 | SeFluid
Mulino a cestello da laboratorio
Macchina per spruzzare malta a vite immagine hero | SeFluid
Macchina spruzzatrice di malta
Pompa igienica a cavità progressiva Hero - SeFluid
Pompa a cavità progressiva
pompa sinusoidale sanitaria | pompa sinusoidale | SeFluid
Pompa sinusoidale
pompa a rotore CAM sanitaria_2
Pompa a lobi rotativi
Eroe della pompa a doppia vite | SeFluid
Pompa bivite
miscelatore ad ultrasuoni 2 | SeFluid
Miscelatore a ultrasuoni

contatto

N. 10, Jinhai Rd, Hefei, Cina 201400
Telefono: +86 156 6910 1862
Fax: +86 551 5843 6163
sales@sefluid.com

seguiteci